Il tipo a cui non piace il musical

IltipoacuinonpiacevailmusicalQuando la realtà non piace la si inventa, per questo l’arte, con un percorso inverso, da un racconto inventato, fantastico, ci chiede di ritornare alla realtà. Questa storia non l’aveva ancora raccontata nessuno. Narra di uno a cui non piace il musical. Viveva a Ladidada, tutto il giorno navigava sul web e aveva una cotta per una barista. Per qualche ragione non vuole cantare le canzoni che vanno per la maggiore o meglio non vuole condividere il loro pensiero, la loro filosofia di vita: globalizzare il mondo. E se gli altri non vogliono un bombardamento di slogan. “La pace nel mondo senza guerre, senza sangue. Riflettendoci è’ una bella idea… E il mondo degli affari continua a comprare le coscienze. E a mettere i figli sotto terra! Come la pace nel mondo e non la pace nel cuore dell’uomo? Un nuovo Moralismo di chi non vuole la morale.” E’ troppo anche per lui. Il disegno universale è (quasi) compiuto mentre il dirimpettaio taglia l’erba, la mamma riporta a scasa il figlio dalla piscina, il pensionato si fa la sua passeggiata, le università elaborano sempre nuovi progetti di mantenimento dell’idea madre, il fornitore di cibo consegna i suoi surgelati…

Info e prevendita biglietti:
Biglietto € 10,00
PierPaolo Sovran cell. 347 718 9951
Franco Amato cell. 329 178 6174